Lo stato attuale del mercato immobiliare a Milano | Giancarlo Grandi

Vendere casa a Milano può essere complesso. Lo stato attuale del mercato immobiliare alterna alti e bassi, con prezzi medi in calo bilanciati da un incremento delle richieste, sia a livello cittadino che nazionale. Sicuramente non siamo più di fronte al mercato immobiliare di qualche anno fa, ma riuscire a vendere casa non è una missione impossibile, soprattutto se si sa dove e cosa guardare. Una serie di fattori influenzano infatti gli andamenti dei prezzi e della domanda e conoscerli permette di riuscire nel modo migliore a portare a casa un buon affare. Vediamo quindi insieme quali sono gli elementi ai quali prestare particolare attenzione quando si decidere di vendere un immobile a Milano.

La richiesta per immobili in vendita cresce

Il mercato degli immobili in Italia ha visto nel 2016 una ripresa rispetto ai periodi precedenti, soprattutto se si fa riferimento ad aspetti importanti legati al valore complessivo delle compravendite e al ricorso ai mutui ipotecari per l’acquisto. Parliamo ovviamente di riflessioni scaturite dall’analisi dei dati dell’anno concluso, che però lasciano uno spiraglio di ottimismo anche per questo in divenire. Milano è infatti la città che in Italia evidenzia maggiormente una ripresa nel settore immobiliare, trascinata sicuramente anche dall’Expo che tante cose positive ha portato in città.

Se si vogliono analizzare i numeri puri per richieste e transazioni, la situazione appare contraddittoria confrontando abitazioni e locali commerciali. In relazione alla prima tipologia di immobili, ci accorgiamo che le compravendite crescono del circa 20% nella città di Milano, mentre per gli uffici si ha un rallentamento. In generale si può dire che il settore risulta però in crescita, con un il numero delle transazioni in segno positivo grazie al forte incremento delle vendite di abitazioni.

Prezzi degli immobili a Milano

I prezzi

Secondo il Rapporto Immobiliare residenziale 2017 realizzato dall'Agenzia delle Entrate, il valore complessivo delle compravendite cresce nel totale di circa 10 miliardi, con i prezzi dei singoli immobili che restano stabili rispetto all’anno precedente e che invece crollano se confrontati con quelli del 2007 (-39,7%).
Cosa vuol dire tutto questo? Sicuramente che gli immobili vedono il loro prezzi rimanere tutto sommato agli stessi livelli rispetto all’anno precedente, ai quali però si associano volumi totali di vendita maggiori. Un incremento quindi nella quantità di transazioni, un numero maggiore di persone interessate all’acquisto di una casa nel territorio di Milano e più opportunità per chi ha intenzione di vendere.

I mutui

Per parlare dei mutui facciamo riferimento al secondo Osservatorio Immobiliare 2016 di Nomisma. I dati confortanti riguardano l’andamento dei tassi d’interesse e la richiesta di nuovi mutui, che si registrano positivamente in entrambi i casi. In riferimento agli anni precedenti la crisi del mercato, si parla ancora di dati in negativo, che però sono in crescita rispetto all'anno scorso.

Nello specifico, i tassi di interesse per chi decide di contrarre un mutuo per l’acquisto di un’abitazione sono particolarmente bassi, il che spinge in alto le erogazioni che si attestano per il 2017 su un volume previsto di circa 52 milioni e di 56 per il 2018. Quindi una maggiore propensione degli istituti finanziari a concedere prestiti alle famiglie e ai privati e allo stesso tempo una volontà in crescita di acquisto per questi ultimi.

Zone residenziali a Milano

La zona residenziale a Milano può essere fondamentale

Il periodo quindi sembra incoraggiare la vendita del proprio immobile, ma bisogna fare attenzione anche alla zona dove questo è situato. Milano è una città composta da quasi 90 quartieri differenti, che sono diversi tra loro anche per il prezzo al quale si vende mediamente un immobile residenziale. La differenza è infatti molto elevata tra la zona più costosa e quella più economica, con un divario che arriva anche a 5000 €/m2.
Le zone con il prezzo più elevato per metro quadrato sono Brera, Duomo, San Babila e Porta Venezia, che staccano di molto quelle dal prezzo più basso, ovvero Vialba, Ponte Lambro, Quarto Oggiaro e Comasina. Spesso accade che le zone più costose sono anche quelle per le quali si registra un numero maggiore di annunci pubblicati. Quindi un numero elevato di offerte, molto ricambio, molta richiesta.

Monolocali e locali commerciali in caduta libera

Con un prezzo medio di 3500 € per un metro quadrato di un appartamento, sicuramente Milano si posiziona a livelli altissimi rispetto alle altre città Italiane, nonostante un lieve calo registrato tra il terzo e il quarto quadrimestre del 2016. A guidare la discesa sono i monolocali e i locali commerciali, con un -3,61% nel prezzo medio negli ultimi 3 mesi del 2016, superati solo dai casali al -8,90%. L’unica crescita importante su registra per le case indipendenti, che hanno registrato un’impennata del prezzo medio per circa il 36%

Come vendere casa oggi

Analizzato quindi il contesto immobiliare, vendere casa oggi è possibile seguendo alcune particolari accortezze. Bisogna fissare un prezzo di vendita sicuramente più basso rispetto a qualche anno fa, che però incentiva maggiormente l’acquisto in un periodo in cui l’esborso di cifre elevate non è certo una priorità. Bisogna fare i conti anche con la zona all’interno della quale è situato l’immobile da vendere, considerando per ognuna i prezzi massimi e minimi da mettere in relazione con lo stato di conservazione e le caratteristiche dell’immobile.
La ripresa nel numero delle compravendite mostra come vi sia effettivamente interesse all’acquisto del mattone, grazie anche alla maggiore fiducia che le banche danno alle famiglie e ai privati che vogliono acquistare tramite mutuo.

A cosa bisogna fare quindi attenzione in modo particolare:

  • Le oscillazioni del prezzo di vendita sono importanti in base al quartiere;
  • La contrazione di un mutuo è più facile rispetto al passato;
  • Le possibilità di vendita dei diversi tipi di immobile è molto diversa;
  • La richiesta cresce e continuerà a farlo nel prossimo anno.

Il momento per la vendita è quello giusto, bisogna solo studiare punti forti e deboli del proprio immobile e confrontarli con le condizioni appena descritte.

Vuoi capire meglio come poter ottenere il massimo dalla vendita del tuo immobile?
Contattami, posso aiutarti a studiare il mercato e le sue caratteristiche per definire insieme le condizioni migliori per la tua transazione.


Chi Sono

Sono Giancarlo Grandi, agente immobiliare di Milano con più di 30 anni di esperienza. Offro i miei consigli a chi vuole affrontare una compravendita immobiliare nella maniera più serena possibile, per evitare sorprese e per raggiungere al meglio il proprio obiettivo.

Seguimi su Fb

Ultimi articoli

Guida sui nuovi quartieri di Milano, le zone che stanno avendo uno sviluppo importante nel tessuto immobiliare ed economico cittadino | Giancarlo Grandi

 

Molti dicono che Milano non regga il confronto con le grandi città d’arte del Belpaese, ma di certo la città lombarda ha un grande pregio: la bellezza di Milano è distribuita sul territorio, nei suoi quartieri, nelle forme più svariate, ma è una bellezza nascosta, timida, che richiede tempo per essere scoperta.

Leggi tutto...

Conviene acquistare casa su carta? | Giancarlo Grandi

 

Conviene comprare una casa nuova o da ristrutturare? La scelta dipende in primo luogo dalla zona in cui si vuole andare ad abitare. Nelle periferie delle grandi città e di quelle in espansione, per rispondere alla richiesta abitativa, stanno sorgendo vere e proprie città satelliti, con spazi verdi, centri commerciali, servizi e possibilità di parcheggiare l'auto: una serie di aspetti positivi fondamentali per alcuni acquirenti.

Leggi tutto...

Hai uno o più animali e devi comprare casa? Considerazioni prima dell’acquisto. | Giancarlo Grandi

 

Nessuna casa può essere definita tale senza un animale.
Sono oltre 60 milioni gli animali domestici – tra cani, gatti, piccoli roditori, pesci, uccelli e tartarughe – che vivono nelle nostre case. Secondo la fotografia scattata dal Rapporto Italia 2017 di Eurispes, il 33 per cento ha almeno un animale domestico: il miglior amico resta il cane (62 per cento) seguito dal gatto (40,8 per cento). Quando l’esigenza di cercare una casa si affianca alla necessità di trovare un luogo valido anche per i nostri amici a quattro zampe, le cose possono complicarsi.

Leggi tutto...

Vantaggi e svantaggi di vivere in centro o in periferia a Milano | Giancarlo Grandi

 

Andare a vivere a Milano sembra essere tutt’oggi una valida opzione, sia per coloro che sono alla ricerca di un lavoro, sia per coloro che sono alla ricerca di un valido percorso formativo. Nonostante la crisi economica, che si fa sentire anche in questa città, Milano continua ad essere ricca di opportunità e con uno stile di vita a sé rispetto al resto della Penisola, un modo di vivere, se vogliamo, più internazionale e cosmopolita.

Leggi tutto...

Guida aggiornata su tutti i bonus fiscali del 2018 del settore immobiliare | Giancarlo Grandi

Bonus immobili: le agevolazioni 2018 sono più convenienti

Chi sta pensando di sistemare casa e godere di tutti i vantaggi dei bonus stabiliti dalla legge ha ancora qualche mese di tempo. Infatti alcuni sconti fiscali sono stati prorogati fino al 31 dicembre2018. Scopriamo insieme tutte le novità per il 2018 nel settore immobiliare e in particolare dei cosiddetti “bonus”, ovvero dei vantaggi fiscali in termini di detrazioni, già esistenti e prorogati, oppure introdotti ex-novo dal Governo.

Leggi tutto...