Vendere casa senza agenzia | Giancarlo Grandi

I rischi che si corrono nel vendere casa senza affidarsi ad un’agenzia immobiliare

I rischi che si corrono nel vendere casa senza affidarsi ad un’agenzia immobiliare sono molteplici. Riuscire a trovare un acquirente privatamente e concludere da soli una trattativa non è un percorso semplice.
Bisogna considerare, infatti, che sono in gioco cifre considerevoli e se qualcosa dovesse andare storto, si possono affrontare serie difficoltà.
In questo articolo, vi spiegheremo quali sono i rischi che si corrono nel vendere casa senza agenzia, in modo da poter valutare autonomamente se procedere in questa direzione o con l’aiuto di un intermediario.

Rischi di vendere casa senza Agenzia

Si può vendere casa senza agenzia?

Si può vendere casa senza agenzia? Questa domanda passerà sicuramente nella mente di tutti quelli che si trovano in questa situazione e cercano, ovviamente, di massimizzare il guadagno. Attualmente bisogna fare i conti con un mercato caratterizzato da prezzi al ribasso e molti cercano di eliminare il costo dell’agenzia proprio per trarre maggiore profitto dalla vendita.

Il punto di partenza per questa scelta così importante è capire in quanto tempo si vuole cercare di vendere casa.
Infatti, se si presentano situazioni in cui si ha urgenza di chiudere la trattativa, dobbiamo mettere in conto che farlo da soli, potrebbe richiedere più tempo. Pubblicare inserzioni, spargere la voce tra parenti, amici e conoscenti, apporre cartelli di vendita, incastrare gli appuntamenti e gestire i contatti telefonici, sono situazioni che potrebbero andare per le lunghe, soprattutto se siamo impegnati durante la giornata (lavorativamente parlando).



Quali sono i rischi nel vendere casa senza agenzia


Conoscere quali sono i rischi nel vendere casa senza agenzia, permette di avere una consapevolezza maggiore di quello che potrebbe succedere e a quel punto, fare tutte le valutazioni del caso.

Ecco una breve guida dei rischi maggiori che si corrono:


1. Ignorare la gestione della compravendita:
l’acquirente che si muove autonomamente, deve conoscere approfonditamente tutte le dinamiche della trattativa, dal modo di approcciarsi alle persone durante le visite, all’elaborazione del contratto e della scrittura notarile, insieme a tutta la documentazione fiscale e catastale da presentare.

2. Proporre un prezzo sbagliato:
un errore molto comune è quello di proporre un prezzo di vendita sbagliato, sopravvalutando l’immobile e portandolo, quindi, fuori mercato. In questo caso, le possibilità di portare a termine positivamente la trattativa si riducono significativamente.

3. Non filtrare i contatti e le visite degli acquirenti:
leggere un annuncio o un’inserzione può, spesso, suscitare curiosità. Chi ha necessità di vendere velocemente deve saper filtrare le visite per parlare solo con persone che sono realmente interessate e non con perditempo che possono rallentare il tutto.

4. Rendere l’immobile troppo “personale”:
un errore comune nel presentare la casa ai visitatori è pensare di essere le persone più adatte a mostrarla. Nessuno, in effetti, conosce l’abitazione meglio del proprietario ma, al momento di venderla, deve eliminare il suo lato “soggettivo”. Dagli Stati Uniti è approdata in Italia la tecnica dell’home staging: la casa viene “spersonalizzata”, resa neutra, in modo da permettere al possibile acquirente di vederne tutto il potenziale.



Vendere “da soli” presuppone una strategia d’azione da pianificare, in quanto non si ha il supporto e l’appoggio dell’agenzia che ci guida passo dopo passo. La pianificazione è fondamentale per poter concludere positivamente la trattativa.


Limitare i rischi della vendita senza agenzia

Come si possono limitare i rischi della vendita senza agenzia? La risposta a questa domanda, è forse quella più semplice, ossia prudenza e attenzione. Ogni operazione deve essere ponderata affinché si limitino i rischi; bisogna valutare se tutte le forze che si mettono in campo permettano di ottenere i risultati sperati, quindi se valga la pena in termini di tempo e impegno, procedere da soli.



Il freno dei venditori nel rivolgersi all’agenzia, è il pagamento della commissione ma come per ogni lavoro, anche quello dell’intermediario deve essere retribuito. È possibile intavolare una trattativa con l’agenzia immobiliare per quello che riguarda la provvigione, in modo da stabilire una percentuale che soddisfi entrambe le parti. In questo modo, i presupposti per trovare il giusto acquirente ci saranno tutti e le possibilità di concludere la trattativa saranno maggiori.



I Vantaggi di vendere casa con l’agenzia immobiliare

Il ruolo dell’agenzia immobiliare nella vendita di una casa

Il ruolo dell’agenzia immobiliare nella vendita di una casa è, spesso, determinante per la riuscita di una trattativa.
Se ci si affida a persone competenti e professionali, la possibilità di concludere la vendita, sarà sicuramente maggiore.
Quando inizia il lavoro dell’agenzia?
Il rapporto tra venditore e mediatore inizia nel momento in cui entriamo in agenzia, a partire dalla semplice richiesta di informazioni. Da quando lasciamo i dati e il recapito all’intermediario, inizia il suo lavoro. Dall’altra parte, ovviamente, dobbiamo puntare a ricevere la massima professionalità e impegno e solo così saremo sicuri che le visite che riceveremo saranno di clienti mirati, che potranno mostrare un interesse concreto.

I vantaggi di vendere casa con l’agenzia immobiliare

I vantaggi di vendere casa con l’agenzia immobiliare si fondano sul sostegno e sul supporto esclusivo che riceviamo nella trattativa.
Se ci affidiamo a persone che sanno il loro mestiere, avremo garanzie maggiori di vendere casa
L’intermediario conosce a fondo il mercato, riesce a stimare in maniera veritiera l’immobile, in modo da poterlo proporre ad un prezzo giusto.



Inoltre, il bacino di risonanza a cui si rivolge è sicuramente più ampio del nostro: muoversi in rete, come spesso accade oggi, aumenta notevolmente il rischio di truffe e quelli di incappare in finti clienti.
L’agenzia metterà in campo una vera e propria strategia di vendita calibrata sull’immobile, esaltandone le potenzialità e minimizzandone i difetti e soprattutto seguirà il cliente nella parte decisiva.
Infatti, come abbiamo visto negli articoli precedenti, la fase del rogito, quella conclusiva, è anche la più delicata.
Avere il supporto del mediatore, che possa intervenire in qualsiasi momento ce ne fosse bisogno, permette di sgravarsi da responsabilità e oneri che, in mancanza di competenze, potrebbero causarci diverse problematiche.

Vuoi capire quali sono i rischi che si corrono nel vendere casa senza agenzia?

Contattami, posso darti tutte le informazioni utili per capire quali sono e quando si pagano.


Chi Sono

Sono Giancarlo Grandi, agente immobiliare di Milano con più di 30 anni di esperienza. Offro i miei consigli a chi vuole affrontare una compravendita immobiliare nella maniera più serena possibile, per evitare sorprese e per raggiungere al meglio il proprio obiettivo.

Seguimi su Fb

Ultimi articoli

Guida sui nuovi quartieri di Milano, le zone che stanno avendo uno sviluppo importante nel tessuto immobiliare ed economico cittadino | Giancarlo Grandi

 

Molti dicono che Milano non regga il confronto con le grandi città d’arte del Belpaese, ma di certo la città lombarda ha un grande pregio: la bellezza di Milano è distribuita sul territorio, nei suoi quartieri, nelle forme più svariate, ma è una bellezza nascosta, timida, che richiede tempo per essere scoperta.

Leggi tutto...

Conviene acquistare casa su carta? | Giancarlo Grandi

 

Conviene comprare una casa nuova o da ristrutturare? La scelta dipende in primo luogo dalla zona in cui si vuole andare ad abitare. Nelle periferie delle grandi città e di quelle in espansione, per rispondere alla richiesta abitativa, stanno sorgendo vere e proprie città satelliti, con spazi verdi, centri commerciali, servizi e possibilità di parcheggiare l'auto: una serie di aspetti positivi fondamentali per alcuni acquirenti.

Leggi tutto...

Hai uno o più animali e devi comprare casa? Considerazioni prima dell’acquisto. | Giancarlo Grandi

 

Nessuna casa può essere definita tale senza un animale.
Sono oltre 60 milioni gli animali domestici – tra cani, gatti, piccoli roditori, pesci, uccelli e tartarughe – che vivono nelle nostre case. Secondo la fotografia scattata dal Rapporto Italia 2017 di Eurispes, il 33 per cento ha almeno un animale domestico: il miglior amico resta il cane (62 per cento) seguito dal gatto (40,8 per cento). Quando l’esigenza di cercare una casa si affianca alla necessità di trovare un luogo valido anche per i nostri amici a quattro zampe, le cose possono complicarsi.

Leggi tutto...

Vantaggi e svantaggi di vivere in centro o in periferia a Milano | Giancarlo Grandi

 

Andare a vivere a Milano sembra essere tutt’oggi una valida opzione, sia per coloro che sono alla ricerca di un lavoro, sia per coloro che sono alla ricerca di un valido percorso formativo. Nonostante la crisi economica, che si fa sentire anche in questa città, Milano continua ad essere ricca di opportunità e con uno stile di vita a sé rispetto al resto della Penisola, un modo di vivere, se vogliamo, più internazionale e cosmopolita.

Leggi tutto...

Guida aggiornata su tutti i bonus fiscali del 2018 del settore immobiliare | Giancarlo Grandi

Bonus immobili: le agevolazioni 2018 sono più convenienti

Chi sta pensando di sistemare casa e godere di tutti i vantaggi dei bonus stabiliti dalla legge ha ancora qualche mese di tempo. Infatti alcuni sconti fiscali sono stati prorogati fino al 31 dicembre2018. Scopriamo insieme tutte le novità per il 2018 nel settore immobiliare e in particolare dei cosiddetti “bonus”, ovvero dei vantaggi fiscali in termini di detrazioni, già esistenti e prorogati, oppure introdotti ex-novo dal Governo.

Leggi tutto...